design

Dove filati e tessuti sono tinti con erbe, fiori e bacche

Lana in tops tinto con la robbia dalla Tintoria di Quaregna

Sono 212 (per ora) le erbe con cui sono tinti, in modo completamente naturale, filati e tessuti, nella antica Tintoria di Quaregna, nata nel cuore del territorio biellese nel lontano 1948. Colori che derivano da sandalo, liquirizia, mirtillo, noce, papavero ma anche da calendula, malva o dalla curcuma: questi sono alcuni degli ingredienti con cui i laboratori della Tintoria di Quaregna oggi realizzano tinte unite e melange, al 100% naturali, per prodotti tessili destinati all’abbigliamento, al knitting e al settore Home.

Quella della Tintoria di Quaregna è un’avventura produttiva unica al mondo e che porta con sé i tratti di un percorso industriale e di sperimentazione davvero affascinante, fatto di studi approfonditi, amore per la natura, rispetto per l’ambiente e per il proprio territorio.

Tutto inizia circa 20 anni fa, da una semplice passeggiata sulle alture biellesi di Anna Mello Rella, figlia del fondatore dell’azienda. Dalla raccolta di alcune erbe locali e da una curiosità: saranno in grado di tingere un tessuto?

Vasche per la tintura nella

Vasche per la tintura nella Tintoria di Quaregna

É così che una tintoria storica, specializzata nel trattamento industriale di fibre nobili, come cachemire e lane pregiate, simbolo dell’eccellenza tessile biellese, inizia negli anni ’90 a precorrere i tempi e a rivolgere la sua attenzione a sistemi di lavorazione ecocompatibili e a tecniche di colorazione naturale. Nei suoi laboratori si studiano e si mischiano erbe, si impara dalle antiche tradizioni tintorie di popoli vicini e lontani, creando le basi per realizzare un processo produttivo totalmente sostenibile e naturale.

Papavero che viene utilizzato nei processi di tintura della Tintoria di Quaregna

Papavero che viene utilizzato nei processi di tintura naturale della Tintoria di Quaregna

Utilizzando unicamente 212 elementi naturali, come fiori, foglie, bacche e radici che arrivano in gran parte dall’Italia e dal territorio locale, ma anche da numerosi Paesi del mondo, la Tintoria di Quaregna è riuscita a creare una vasta gamma colori (dai toni delicati e pastello fino a quelli più intensi e scuri, come i blu e i neri) con cui tinge in modo bio lana cardata e pettinata, cachemire, seta, cotone e lino. Realizzando, per gli appassionati del knitting, anche un prodotto proprio, da poco sul mercato: un filato tinto in modo naturale, grazie alle erbe, che ha battezzato Betulla.

Tops in lavorazione nei reparti di produzione della Tintoria di Quaregna

Tops in lavorazione nei reparti di produzione della Tintoria di Quaregna

La tecnica è quella dell’infusione in acqua, proprio come si prepara il the.

Ogni colore è il risultato della miscela di più erbe (in cui solo una è quella dominante e dà nome al colore). Tutto il resto è il frutto di una combinazione unica, diversa di volta in volta, anche per realizzare lo stesso colore. Ciò è dovuto al fatto che ogni elemento naturale non può essere mai uguale al precedente, per Paese di origine, per processo di crescita, invecchiamento e così via.

Filato Betulla tinto con il rabarbaro

Filato Betulla tinto con il rabarbaro

Per creare un determinato colore Tintoria di Quaregna ha imparato negli anni l’arte del cambiare dosaggi di acqua e di erbe, la quantità di materia prima e il tempo di preparazione o di infusione, assecondando sempre la natura degli ingredienti, siano questi erbe oppure ortaggi (ad esempio le bucce di cipolla!) o insetti (come la nota cocciniglia).

Dal 2010 il marchio Woolmark ha certificato la tecnologia sviluppata in tutti questi anni dall’azienda di Quaregna come la prima e la sola al mondo in grado di tingere in modo completamente naturale filati e tessuti, escludendo l’uso di qualunque prodotto chimico ausiliare. Oggi la Tintoria di Quaregna collabora con numerosi brand di abbigliamento e maglieria come Falconeri (con cui ha realizzato la nuova Capsule Collection Cashmere di maglieria tinta unicamente in modo naturale), e con aziende del settore Home Textile. Ma di questo parlerò più approfonditamente sul numero di ottobre di Arredo e Design News.

Filati tinti in modo naturale dalla Tintoria di Quaregna

Filati tinti in modo naturale dalla Tintoria di Quaregna

Foto: credits Tintoria di Quaregna

 

You Might Also Like