arredo design

Piatti (e non solo) che diventano opere d’arte

6 luglio 2016
Collezioni piatti Kiasmo

Nella collezione di piatti realizzata dal designer e architetto Vincenzo D’Alba, per il marchio italiano Kiasmo, a far da protagonista è la purezza del segno grafico e il suo significato semantico, che trae ispirazione da un vasto patrimonio storico e artistico – non solo italiano – passato e contemporaneo. Tutti i prodotti Kiasmo nascono dalla contaminazione tra diverse discipline: design, arte, architettura e moda. E Vincenzo d’Alba mi ha raccontato come.

Fondata nel 2011, Kiasmo ha la sua base operativa in Puglia, in un piccolo paese del Salento, Ruffano, in Provincia di Lecce. Lì nascono i disegni e i progetti che caratterizzano tutti i manufatti di un marchio Made in Italy che ha scelto di abbinare ricerca e sperimentazione sul design ad un’alta qualità artigianale, dando vita a collezioni in serie limitata che – dal piatto alla t-shirt – diventano vere e proprie opere d’arte. Ho scoperto Kiasmo nello spazio Archiproducs Milano di Via Tortona e me ne sono innamorata: un’intera parete ricoperta da piatti in ceramica bianca, decorati con motivi grafici l’uno diverso dall’altro. Archetipi essenziali, capaci di parlare dell’architettura e dell’arte, di oggi e di ieri, con grande semplicità e raffinatezza.

Collezioni piatti KIasmo

 

Collezioni piatti Kiasmo


Da dove nascono le collezioni di piatti Kiasmo?
Ogni serie di piatti che è stata realizzata dal 2011 ad oggi fa riferimento all’iconografica antica e contemporanea, prendendo ad esempio ispirazione dalla cultura medievale e bizantina, ma non solo. Più in generale ogni opera risente degli stimoli che scaturiscono dalla cultura mediterranea. Alla base della produzione di Kiasmo c’è soprattutto l’intento di riconoscere il grande patrimonio storico e artistico italiano e internazionale come un valore imprescindibile per la progettazione e realizzazione di nuovi manufatti. In ogni nostra collezione cerchiamo quindi di esaltare il concetto di opera e di design, e farli convivere nello stesso momento.

Collezione di piatti in ceramica Kiasmo: Serie Architecture per Archiproducts

Collezione di piatti in ceramica Kiasmo, Serie Architecture per Archiproducts

Collezione di piatti in ceramica Kiasmo: Serie Cultures per il Mudec

Collezione di piatti in ceramica Kiasmo, Serie Cultures per MUDEC


Le collezioni di piatti Kiasmo sono realizzate in ceramica, decorata con la tecnica della decalcomania.
Ogni collezione è caratterizzata da una grande attenzione al segno grafico, elemento fondamentale di tutta la nostra produzione. Le decalcomanie che appaiono su ogni serie di piatto sono il risultato diretto o la trasposizione diretta del disegno su carta. Ogni disegno è quindi unico. Come unico è l’archivio di segni, fortemente riconoscibili e indentificabili con il nostro marchio, che Kiasmo ha raccolto in tutti questi anni. Un lavoro importante che mira alla “musealizzazione” di tutta la nostra produzione. Per Kiasmo il segno grafico è ciò che contraddistingue l’opera – il prodotto – ma che può vivere anche al di là del manufatto per cui è stato disegnato. Questo rende tutto il nostro lavoro personalizzabile e adattabile a qualunque supporto, pur conservando il suo significato semantico.

Collezione Kiasmo DEsig, Vasi in terracotta Serie Ikiru

Kiasmo Design, Vasi in terracotta Serie Ikiru, disegnati da Vincenzo D’Alba

 

Collezione Kiasmo Fashion, serie calze uomo

Kiasmo Fashion, serie calze da uomo, disegnate da Vincenzo D’Alba


Arte, moda, architettura e design, un mix di discipline per diversi prodotti.
La produzione Kiasmo è organizzata per serie di opere. Ognuno dei quattro settori produttivi contiene al proprio interno una collezione di opere divise in serie tematiche. Tutte opere realizzate in modo artigianale, ma anche industriale, e sempre in modo unico e seriale allo stesso tempo. La collezione di piatti Architecture è stata realizzata per Archiproducts facendo riferimento alle linee, ai volumi e alle forme grafiche che hanno caratterizzato l’architettura del ‘900. Per il museo MUDEC di Milano ho invece disegnato due collezioni di piatti che fanno riferimento ai temi caratterizzanti l’architettura che è esposta al suo interno e la sua collezione etnografica: la serie Agorà e la serie Culture. A queste si aggiungono le serie Overlook, Ulysses, Exiles, Paradise, Prose, Copius, Show e Passage. I prodotti Kiasmo però sono molteplici, in continua evoluzione, e sono personalizzabili. Ne è un esempio, la t-shirt creata per Paola Turci, dove il disegno, con poche linee essenziali, vuole raffigurare il volto dell’artista e un’allegoria sulla musica e il pentagramma.

Kiasmo Fashion: t-shirt donna Paola Turci

Kiasmo Fashion, t-shirt donna Serie Salammbô per Paola Turci disegnata da Vincenzo D’Alba

 

Kiasmo Fashion, borse

Kiasmo Fashion, borse serie Salomè, disegnate da Vincenzo D’Alba


Kiasmo è stato concepito dalle sue origini come un marchio internazionale, che fa del territorio solo un punto di partenza.
Kiasmo ha da sempre una vocazione internazionale. Da poco ci stiamo avvicinando al mercato italiano e regionale, anche attraverso partnership con aziende del territorio. I nostri prodotti sono conosciuti sia in Italia che all’estero dove sono venduti tramite e-commerce e presenti in concept store di Nizza, Marsiglia, Londra, New York, Roma e al MUDEC Design Store di Milano. La collocazione della nostra sede di Ruffano è però strategica, qui vengono prodotti tutti i nostri manufatti, di cui seguiamo ogni fase di lavorazione, in collaborazione con laboratori e aziende locali.

Qualcosa di te, della tua vita e del tuo lavoro?
Disegno dalla mattina alla sera, anche quando non sono il laboratorio. Credo che il disegno sia lo strumento più contemporaneo e più immediato per creare, capace di instaurare un rapporto unico con l’oggetto da realizzare.

E qui, chi è Vincenzo D’Alba.

Foto e video: Credits by Kiasmo

You Might Also Like