Browsing Tag

oggetti di design

arredo design luoghi

Nuovi materiali, nuovo design. Nuovi significati

1 maggio 2016
Stokkies, nuovo progetto di design dello Studio Lotte Douves

Spesso mi chiedo perché un oggetto di design, un mobile o un complemento d’arredo mi piaccia di più di altri. Uno dei motivi è per il messaggio che comunica attraverso le forme, i colori, i materiali con cui è realizzato. Per la capacità unica e originale di raccontare a cosa serve e da cosa nasce.

Questa domanda me la sono fatta – come ogni anno –girovagando al Salone Satellite di Milano, quel ‘fuorisalone’ dentro il Salone ufficiale che premia i lavori di giovani designer emergenti. “Nuovi materiali. Nuovo design” è stato il fil rouge dei progetti, e di tutti gli oggetti, che ne sono derivati. Eccone alcuni e quello che hanno significato, per me.

Continua a leggere

design

Diogenèa, 20 storie per 1 oggetto

20 marzo 2016
Diogenèa - A tale of bowls

Può un oggetto, apparentemente identico, raccontare 20 storie diverse?

Si, se l’oggetto in questione viene ridotto alla sua forma essenziale, diventando il punto di partenza per realizzare uno studio di design davvero curioso: mettere a confronto l’uso di materiali e lavorazioni differenti, attraverso gli aneddoti e il lavoro di chi quell’oggetto lo ha realizzato.

Il progetto si chiama Diogenèa – A tale of bowls. Il protagonista è una ciotola, tonda. Un oggetto semplice, essenziale, universale.

L’idea è di ZPSTUDIO, atelier di architettura e di industrial design di Firenze, che ho conosciuto alla scorsa edizione di Operae, il festival del design indipendente che ogni anno di svolge a Torino. Ed è stata subito una folgorazione narrativa, per chi – come me – adora ascoltare le storie imprevedibili del saper fare e degli oggetti che ne derivano.

Continua a leggere

arredo luoghi

Cabane, la casa di oggetti vecchi e nuovi

6 marzo 2016
Cabane, concept store a Nizza

Adoro girovagare per le strade di Nizza. Lì, mi sembra sempre primavera.

Sarà per il mare, a due passi dal centro storico. O perché case e palazzi hanno quella luce chiara che sa di sole e di sale. Oppure perché in qualunque momento dell’anno puoi scegliere di pranzare all’aperto, in uno dei suoi tanti bistrot. Magari dopo aver trascorso la mattinata a fare compere tra mercatini e concept store.

È lì, infatti, che tempo fa ho scoperto Cabane. Un negozio-atelier al numero 19 di rue de la Préfecture, vicino alla piazza del Tribunale, nel cuore più antico della città. Una cabane decò accogliente e calda, come comunica il suo nome.

Continua a leggere